venerdì 1 gennaio 2010

CIAK 2010: BENVENUTI NEL FUTURO




Con le nostre copertine vi abbiamo raccontato le icone del primo decennio degli Anni Zero, da Harry Potter alla trilogia de il Signore degli Anelli, tra Jack Sparrow e Moulin Rouge, e ora che siamo nel 2010 e ci apprestiamo davvero a entrare nel futuro, vi abbiamo voluto regalare qualcosa di completamente diverso, qualcosa che non avevamo mai osato pensare prima.
Con questo primo numero del 2010 Ciak abbraccia infatti una nuova frontiera dell'informazione: il Qr, tecnologia simboleggiata dal quadrato in copertina su Robert Downey Jr in Iron Man 2 che vi permetterà di interagire con le nostre pagine grazie al vostro cellulare. Il Qr è il mezzo che abbiamo scelto per condurvi nel futuro, per oltrepassare i limiti della carta, per immaginare una nuova rivista che proprio nel momento in cui si appresta a compiere venticinque anni (Ciak è nato nel maggio del 1985) supera tutto quello che ha fatto in precedenza per tentare di annusare il futuro. Grazie ai codici Qr potrete vedere immagini di alcuni dei 100 film che vi raccontiamo nel nuovo Ciak, da Amabili resti a Robin Hood, da Tra le nuvole a Iron Man 2. Una nuova sfida, un modo unico per mescolare il nostro glorioso passato a una nuova idea di futuro. Il risultato è il nuovo numero di Ciak: ovvero il nostro bellissimo presente.

49 commenti:

Anonimo ha detto...

sarà pure un qualcosa di rivoluzionario ma sinceramente non lo trovo un pretesto valido per alzare il prezzo...e comunque se voglio vedere un trailer vado su youtube, di certo non faccio una foto con il cellulare a un quadratino! Pensate a qualcosa di meglio per giustificare l'aumento del prezzo, pensate a qualcosa che non rafforzi la forma ma il contenuto e poi, per quanto riguarda il discorso copertine, cercate di prendere spunto da quelle dei primi anni del 2000, come quella di ottobre 2001...quelle sì che erano copertine da collezione, non questi ultimi montaggi che sembrano accozzaglie di foto messe male.
Smi

Anonimo ha detto...

si, effettivamente non è una buona scusa per l'aumento del prezzo della rivista.
quando ci verrà data una spiegazione a noi lettori paganti sul perchè è già la seconda volta che vediamo aumentare il prezzo di ciak??
Federica

Daniele ha detto...

Davvero il Qr sarebbe il motivo dell'aumento di prezzo? Varrebbe 60 centesimi? Il futuro costa caro... e chissà perchè va in crisi la stampa mainstream tutta.
E tra l'altro nemmeno un caro vecchio rigo di inchiostro per spiegare che l'aumentate.
Nel "futuro" anche il rispetto per il lettore diventa così "retrò"...
Baci

Da'

Anonimo ha detto...

che grande nuova frontiera dell'informazione!!!
Ma cosa ci importa?? noi compriamo ciak per quello che c'è scritto, non per avere un quadrato vicino ai titoli più nettamente commerciali e poi pagare 4,5 euro per qualcosa che rimane del tutto uguale a prima!
davvero, poi non venite a lamentarvi della crisi della carta stampata perchè ve la cercate! in tempi simili si dovrebbero abbassare i prezzi, non alzarli!
Maria

Anonimo ha detto...

scusate anch'io ho notato il prezzo e sono arrabbiato però nessuno ha detto che sono aumentate il numero di pagine no? mica erano 133 prima...

Anonimo ha detto...

scusa Smi, ma la copertina di Moulin Rouge era orrenda dell'ottobre 2001, che dici? alloar meglio kill bill
Yum84

Anonimo ha detto...

Anch'io sono inca*** nera per l'aumento ma il numero nuovo mi è piaciuto molto, davvero pieno di cose..certo Ciak devev rimanere sempre così o meglio...
Carolina Grisenti, VR

Anonimo ha detto...

bella anche quella di KIll Bill!! ma non queste ultime!
Smi

Anonimo ha detto...

Infatti secondo me quello che non è stato giusto è non aver scritto nemmeno due righe sul perchè di questi aumenti e poi arruffianarsi i lettori con post simili, in cui si inneggia al loro fantastico presente...ci credo! con 60 centesimi di più a copia, sai i soldoni che gli entreranno?! Fatevi 2 conti...
Giorgio da Savona

Anonimo ha detto...

ahahaha!! perfettamente d'accordo con Giorgio da Savona!
E nemmeno una spiegazione dopo che si vede scrivere tutti questi commenti...
Kim75

Daniele ha detto...

A maggior ragione se l'aumento di prezzo fosse motivato dalle pagine in più (e se queste sono una scelta editoriale) sarebbe stato rispettoso dei lettori spiegarlo, anche solo in due righe...
Altrimenti ci abitueremo ad avere una "rivista elastico" che varia di prezzo in base a numero di pagine e pubblicità... :)

Anonimo ha detto...

Purtoppo il mercato è così, però Ciak è bello, un bel numero, no? Io continuerò a comperarlo, anche perchè o prendi Empire oppure in Itlia non c'è ne KIZA

mkmonti ha detto...

Sono passato a Duellanti e alla Rivista del cinematografo e sono soddisfatto... l'aumento vergognoso di questo mese conferma la mia scelta....
Saluti direttrice e buon lavoro.
Mirko Monti, ex abbonato ciak

Anonimo ha detto...

Duellanti te la raccomando proprio...meglio Ciak allora
Cristian Valla, abbonato Ciak e fiero di esserlo

Andromaca ha detto...

Sono rimasta agghiacciata dall'aumento del prezzo: ora Ciak costa 4.50€, ci rendiamo conto? Fra qualche anno a quanto arriveremo? E' troppo, veramente troppo per questa rivista ed i suoi contenuti! Almeno facesse dei sostanziali arricchimenti e cambiamenti! Sta diventando un lusso acquistare riviste del genere! Vi rendete conto che a fine anno pagheremo ben 7.20€ in più dello scorso anno?! E fortuna che si parla di crisi! I giovani che acquistano Ciak non hanno uno stipendio fisso per acquistarlo e tutti gli altri che ce l'hanno non si vedono il loro stipendio aumentato... Anzi! C'è chi lo perde pure! Saremo sempre più a non arrivare alla fine del mese e nel nostro piccolo a non poterci più permettere nemmeno Ciak. E' vergognoso.

stanzedicinema ha detto...

Purtroppo leggo che lo scontento monta... per il prezzo, per la mancanza di giustificazioni e per l'iniziativa piuttosto inutile dei trailer sul telefono.
Nonostante come abbia già scritto, non compri più CIAK, ho avuto modo di sfogliare il numero di gennaio e mi è sembrato molto più ricco di quanto ricordassi.
Mi spiace però non aver più ritrovato la rubrica di Mereghetti.
Caro Direttore, forse sarebbe giusto rispondere alle richieste avanzate dai suoi lettori nei commenti di questo post e di quello precedente.
Un blog serve anche a questo, ad aprire un dialogo, che consenta di capire anche le scelte più apparentemente impopolari.
Marco Albanese
lettore di Ciak 1989-2008

Anonimo ha detto...

x anonimo
ora va a finire che ciak è meglio di duellanti, per il solo fatto che si tratta di 120 pagine praticamente senza pubblicità non sono neanche paragonabili...contanta te di pagare 7.20 in più ogni anno senza alcuna mnotivazione per leggere di natale a Beverly hills.....MAH

Anonimo ha detto...

Beh giusto, Duellanti costa poco almeno..solo 6 euro..Ciak tutta la vita
CValla

Anonimo ha detto...

Sinceramente mi sono iscritto per frequentare questo blog.Leggo ciak da marzo 2009, il primo numero che ho preso costa euro 3,90, poi con il primo numero di gennaio 2010 è salito di 60 centesimi per un quadratino (il Qr), comunque molti si sono lamentati per l'aumento del prezzo (compreso il sottoscritto) ma ci sono poche riviste sul cinema e tra l'altro questa è fatta davvero bene.Mi piace il fatto dei 100 film che può servire a dare un occhiata alla prossima stagione in apertura, mentre non mi piace che vangano "tralasciati" le recensioni (si lo so in questo numero ci sono anche se poche) e a me c'è una cosa che mi gusta molto della rivista: le "griglie" con le valutazioni dei film usciti (non tutti però) con i voti di alcuni della critica e della redazione di Ciak, aspetto con curiosità la "pagella" del per me catastrofico new moon e confrontarlo con per me spettacolare "2012" vorrei vedere le differenze. Comunque buona fortuna Direttrice e continuerò a comprare ciak a condizione che non sale pi il prezzo.

Anonimo ha detto...

Sono sempre io del commento scritto il 5 gennaio del 2010 alle 11:13 AM. Mi sono dimenticato di scrivere il mio nome:Francesco e di sottolineare che ne mio commento ho fatto due errori di digitazione: nell'ultimo rigo ho scritto pi invece volevo digitare più e al terzo rigo accanto a tralasciati c'è scritto vangano volevo dire vengano scusate.

Anonimo ha detto...

sono d'accordo anche io con il fatto che a questo punto è meglio Duellanti...aggiungi 1,50 euro e hai un giornale scritto divinamente che ti fa intere analisi dei film...su ciak in alcune pagine si parla di aria fritta e il più delle volte lo compro solo per le frivolezze...e se ora le frivolezze mi devono costare 4,50 euro, meglio 6 euro per qualcosa che ti rimane veramente nel cervello!
vorrei sapere perchè tanto astio verso Duellanti...l'unica pecca è il prezzo, ma tanto ormai è di moda far costare le riviste tanti soldi...
Sara88

Anonimo ha detto...

Ciak sarà anche aria fritta spesso, ma Duellanti e le sue pseudo analisi da intellettualoidi cosa sono? Ma per favore...allora con 6 euro ce faccio la spesa al mercato, mejo
Rodo Roma

Anonimo ha detto...

sarà forse che non le capisci le analisi di duellanti?
Sara88

Anonimo ha detto...

Scusa, ma cosa c'è da capire? Io comperavo lo storico Duel a metà anni Novanta, non perdevo un mese...era bellissimo, poi hanno iniziato a fare onanismo cinematografico, a scrivere per dimostrare quanto erano bravi e li ho mollati per sempre nel 2002, quando ormai il cinema era solo un pretesto per fare gli eruditi...ciao còre...viva Ciak...tutta la vita...
Rodo RM

Anonimo ha detto...

sono pareri...mi scuso se sono sembrata saccente, sarà che io ho cominciato a comprarla da 1 annetto perchè delusa fortemente da Ciak e mi piace veramente molto come scrivono..
c'è chi ha scritto che o si compra Ciak o Empire, pure per me prima era così... poi ho scoperto Duellanti ed è esattamente come voglio sia scritta una rivista di Cinema!
Ho comprata Ciak di questo mese, sicuramente più ricco di quelli scorsi ma l'aumento di prezzo e questo lodarsi continuamente non mi piace per niente...
Sara88

Anonimo ha detto...

Cara Sara 88
hai ragione, sono pareri, ognuno poi si ritrova in ciò che vuole, chi ama Ciak, chi Duellanti, in fondo l'importante è amare il cinema in tutti i modi
Un saluto
RR

Andromaca ha detto...

Spero che non si usi il QR come scusa per l'aumento del prezzo della rivista dato che questo servizio ce lo dobbiamo ulteriormente pagare noi: il costo dell'sms ed il costo della connessione. Questo più i 4.50€ della rivista. Non userò mai il QR.

Anonimo ha detto...

neanche io lo userò mai,la trovo una cosa inutile.
Essere al passo con i tempi e guardare al futuro non equivale al QR...loro si sono messi al passo con i tempi aumentando il prezzo alla faccia della crisi!!
Nadia

Anonimo ha detto...

"da Amabili resti a Robin Hood, da Tra le nuvole a Iron Man 2"
...che caso... stranamente sono tutti film di una stessa distribuzione.
Un altro ex acquirente (e lo compravo dal numero uno con witness in copertina)

Anonimo ha detto...

Scusa Anonimo, sono molto critico anch'io con questa cosa dei Qr ma che sono tutti titoli Universla c'è scritto in copertina non è un segreto della CIA!!
RR

Jacopo ha detto...

Trovo onestamente superflua e ingiustificata la mole e la durezza delle critiche che stanno piovendo.
E' vero è aumentato il prezzo però Signori il numero delle pagine è aumentato anch'esso. Gli scoop e le informazioni sono sempre fresce e anticipano spesso le altre riviste di settore. Vedo tanti che criticano il QR; personalmente mi lascia indifferente, tant'è che non è ho usufruito, ma come fate a dire con estrema certezza che l'aumento di 60 cent (1200 lire circa, forse potete chiedere un pagamento dilazionato) sia dovuto a questo quadratino e non magari al maggior costo della carta. All'inflazione che alza i salari, al costo dei viaggi per intervistare le star. In sostanza sia come sia, Signori, una questione può sempre essere affrontata in più modi. Però vedo poco rispetto e soprattutta poca ogettività. Se come dite c'è crisi, e di conseguenza Ciak e il cinema non sono cose primarie per voi, tagliatelo dal vostro paniere mensile in fiero silenzio. Altrimenti continuate a comprarlo e sentitevi Mecenate di una rivista che io ancora definisco GRANDE.

Ps: le bozze di Disegni su "Dorian Gray" sono davvero spassosissime. La copertina -come praticamente tutte quelle prima- a me piace molto.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Jacopo, anche a me da fastidio l'aumento, ma se seguo questo blog è perchè a me piace Ciak, nessuno dice mai nulla di positivo sulla rivista perché? Io ho trovato i pezzi sulla Weta e su L'uomo che verrà molto belli...e continuerò a prendere Ciak, chi non vuol farlo non lo faccia più e basta
Elena Ferlone, Bologna

Anonimo ha detto...

Nel mio vecchio commento (del 5 Gennaio) ho scritto alla fine che continuerò a prendere Ciak a condizione che non salga più il prezzo , io mi rimangio le ultime 7 parole e la mia vera opinione è lo specchio di quella di Jacopo dell'8 Gennaio del 2010 alle 10:56 AM, sono completamente d'accordo con lui.

Kathryn Merteuil ha detto...

Ciao,
ok l'aumento di prezzo non è piacevolissimo, ma devo ammettere che rispecchia totalmente la qualità della rivista. Altre, in Italia, di questo livello non ce ne sono. Io resto a Ciak, non mi ha mai deluso.
Silvia, abbonata fiera

Andromaca ha detto...

La mia critica non è ingiustificata e nemmeno così soggettiva: è basata sui 7.20€ in più che in questo 2010 dovrò spendere per acquistare Ciak (con la speranza, poi, che negli anni a seguire non saranno di più). Quasi 15.000 delle vecchie lire in più, scusa se è poco. Sono disoccupata (anche a causa del "come va" e/o "come funziona" la critica cinematografica in Italia a dirla tutta, visto che scrivo a destra e a manca senza percepire uno stipendio) e le mie finanze, al momento, non possono che venire dai miei familiari che devono sostenere loro e me.
Per quanto riguarda il QR si criticava solo in quel caso in cui venisse utilizzato come motivazione per l'aumento di prezzo, se non era già chiaro. Speriamo non abbia nulla a che vedere con esso quindi.
Per quanto riguarda l'aumento dei costi di carta, voli ecc. dico solo: spero sia vero. Spero sia la vera ed unica motivazione. Lo dico anche per il fatto che, a mio parere, le aziende & co. stanno abusando fin troppo della parola crisi per - in realtà - arricchirsi grazie ad essa riducendo certe spese (in primis quelle del personale) ma ci stiamo inoltrando proprio in un altro discorso.
Finché mi sarà possibile continuerò ad acquistare Ciak e ad andare al cinema trattandosi della mia più grande passione (e per entrambi rinuncio a molto altro) ma ho tutto il diritto di protestare e far sentire la mia voce quando un operato come quello non mi va giù.
Volevo invece chiedere alla Detassis: "I segreti di Twin Peaks" compie 20 anni! Perché non celebrare l'evento? Un'idea potrebbe essere quella di rieditare il libro, uscito proprio con Ciak nel 1991, "David Lynch e I segreti di Twin Peaks" che mi piacerebbe molto leggere!

Anonimo ha detto...

qui infatti ci si lamenta sul fatto di fare tanto quelli che si preoccupano dei lettori e delle loro opinioni, e poi c'è un aumento di prezzo e nemmeno 2 righe per avvisare...nemmeno dopo quasi 40 commenti sul blog di gente che è giustamente arrabbiata!
non facciamo i buonisti...questo non è essere dalla parte di noi lettori
Nadia

Cristian ha detto...

Ho la netta sensazione che la scemata del quadratino sia solo una banale scusa per cercare di giustificare il secondo aumento di prezzo in un anno (dai 3,50 € del numero di dicembre 2008, ai 4,50 € di questo numero: +30% in un anno!), che mi sta facendo prendere seriamente in considerazione l'idea di abbandonare la collezione. Detto questo , il numero di gennaio è da qualche anno per me il peggiore, visto che scompaiono, o quasi, le recensioni, che è quello che più mi interessa. E poi vogliamo chiamare recensione quella di "Nine"? Ma per piacere: se non ci fossero le stellette non si capirebbe nemmeno se il film è piaciuto o meno!

Anonimo ha detto...

scusate ma stiamo scherzando??? maggior costo della carta, inflazione che alza i salari,costo dei viaggi per intervistare le star???
qui stiamo parlando di 7,20€ in più a persona....SONO VERAMENTE TANTI SOLDI per un giornale che vende.
Si, sono aumentate le pagine ma...è una mia impressione ma è anche aumentata la mole di pubblicità? E avete idea di quanti soldi portino le pubblicità?
Avete idea anche solo di quanti soldi la universal avrà sborsato per l'iniziativa del QR?
e tra l'altro non stiamo parlando di un FREE PRESS ma di una rivista venduta in edicola, famosa, edita dalla MONDADORI che certo non muore di fame...
e poi ci vengono pure a chiedere 60 centesimi di più al mese, dopo che nemmeno un anno prima avevano già aumentato il prezzo di 40 centesimi...
E TUTTO SENZA NEMMENO UNA SPIEGAZIONE AI LETTORI CHE TENGONO ALTO IL NOME E LE VENDITE DI CIAK.
Quindi non chino la testa sconfitta perchè non posso comprarmi la rivista, così come devo negarmi altre cose.
Eva

Anonimo ha detto...

Scusate chi non vuol comperare Ciak non lo comperi più e basta, vada a prendere Best Movie ma non ci stressi. Anche a me da fastidio l'aumento ma mi piace Ciak e continuerò a comperarlo. Il giorno che mi stuferò comprerò un'altra rivista senza tanto chiasso.
Federico Laore, Genova, lettore di Ciak dal 1998

Anonimo ha detto...

secondo voi uno dovrebbe stare sempre zitto come le pecore e intanto farsi prendere in giro....fate pure i leccapiedi ma dov'è il rispetto per noi lettori?
voi sapete perchè dovete pagare di piu?
guardate che come lo hanno aumentato di 1 € in un anno, possono aumentarlo ancora..tanto ci sono le pecorelle che stanno zitte e pagano....
Laura

Anonimo ha detto...

Scusate ma la discussione sta diventando surreale: non è il canone RAI, non dovete pagarlo se non volete, chi vuole Ciak lo compera, chi ritiene sia troppo caro lo lascia in edicola
Federico Laore

Jacopo ha detto...

Credo che si sia fatta un pò di confusione. Credo, perchè in molti dei commenti seguenti il mio, ho notato risposte piccate e silenziose. Mi chiamo Jacopo, se avete da ridire o anche solo da dire, ora il mio nome lo sapete: Jacopo. Non sono qui per litigare con nessuno ma per parlare ,scusatemi tanto, sì. Allora, quando ho parlato di: carta, salari e star stavo solo ipotizzando. Per me possono anche aver alzato il prezzo per via degli asini volanti; non lo so con certezza, ho solo tentato di dare una spiegazione. Sul Qr mi sembra di aver già dato una esauriente spiegazione su come la penso, e anche sul fatto che in un blog dovrebbe esserci maggior dialogo e non solo commenti sconnessi l'uno con l'altro.Questo però vale tra noi e la Direttrice ma soprattutto tra noi e noi. In sintesi poi il mio pensiero l'ho già detto. Chi non vuole più comprare Ciak può farlo in fiero silenzio e sentrisi un paldino della giustizia e dei rincari - a suo dire- ingiustificati. Però allora signori miei vi chiedo di battervi il petto anche per: l'eccessivo costo della musica, del cinema, della nike, della moda, dei prezzi dello stadio e dei concerti, delle entrate in discoteca. Signori, Signori e signore: legge di mercato, domanda ed offerta. Voi comprate Ciak per ciò che vi leggete dentro,sicuro, ma anche e soprattuto x quello che rappresneta e perchè comunque è una garanzia. Vi ripeto, di fronte a tanto sdegno sono sicuro che non mancheranno i benefattori che vi potranno aiutare nel pagamento dilazionato. E se no, ricordate sempre che essere eroi vuol dire soffrire silenziosi anche quando si rinuncia addirittura a 60 cent.

Jacopo Landi di Chiavenna

Alice ha detto...

Volevo associarmi con il commento di Christian: per quanto ciak continui a piacermi molto, ho notato che la qualità delle recensioni è scaduta moltissimo,esse si sono ridotte ad una semplice descrizione della trama. Ma le avete mai lette su internet quelle di Roger ebert del Chicago Sun Times? quelle si che sono recensioni!!!! Quindi, dal mio punto di vista, per giustificare l'aumento di prezzo: più SPAZIO ALLE RECENSIONI (E CHE SIANO PIU' UTILI E DI QUALITA')

Anonimo ha detto...

Concordo sulle recensioni: più recensione e meno trama che già l'avete detta prima, interessa l'opinione pesante dell'autore altrimenti non serve a nulla!!!! Eugenio Renzi è bravo per esempio
FG

Daniele ha detto...

@Jacopo
Arrivo in ritardo, dopo la risposta del direttore e cercherò di essere breve. E lo faccio perchè mi piace il dialogo oltre le tue simpatiche ironie.
"Hai ipotizzato". Come tanti qui (tipo quelli del QR, che il direttore ha tanto magnificato) perchè NESSUNO fino al momento dei tuoi commenti si era (ancora) degnato di spiegare perchè. E credo che un lettore, proprio perchè pagante, abbia motivo di chiederlo, peraltro, a mio avviso, indipendentemente dall'entità. A me pare una forma di rispetto verso chi con i suoi soldi permette alla rivista di andare in stampa (e probabilmente ci tiene). A maggior ragione se ho un blog e penso di interagire coi miei lettori. In sintesi, per me, la questione si chiude con la risposta del direttore.
Per il resto, ti contatto in privato per il pagamento dilazionato. Sei uno dei benefattori, no?
Baci

Daniele

Jacopo ha detto...

Che tristezza !!! Commenti sempre piccati. Mi spiace Daniele, capisco che quando arriva il ciclo, si tende ad essere più umorali e nervosi ma io non credo di aver mancato di rispetto a nessuno. Ho semplicemente espresso la mia opinione, cosa di solito abbastanza usuale in un blog. La vedo in maniera di versa da te e dalla folla brontolante per il rincaro dei 60 cent. Dovresti informarti meglio poi, benefattore è colui che dona senza averne indetro niente se non la propria gratificazione personale, io compro una rivista che ritengo ancora, essere la migliore del panorama nazionale. Per il resto, se posso esserti utile aiutandoti nel pagamento dilazionato certo, rivolgiti pure a me.
In simpatia, -scusami- ,ti saluto con un ciao, i baci li lascio alla mia ragazza.
Jacopo Landi di Chiavenna

Daniele ha detto...

Che allegria!!!
Mi dispiace tu mi abbia preso per piccato ma il mio (mono)ciclo forse ha una ruota bucata.
Anche io mi limitavo ad esprimere la mia opinione (cosa usuale nei blog, e senza che si venga tacciati di mestruo per questo ;) ), peraltro più che per l'aumento in sé per come (non) era stato comunicato.

Sul benefattore forse il ciclo mi ha mandato in confusione. Cose che capitano e non me ne cruccerò troppo.

In simpatia
Distinti saluti

Daniele

Boxtre ha detto...

Incuriosito dal dibattito su questo blog,ho provato a compare il numero di gennaio di "duellanti".Sinceramente continuo a preferire "ciak".Ok;talvolta comprare una rivista di cinema e trovarsi in copertina Robert Pattinson può dare un lieve mal pancia...va beh;leggere recensioni entusiaste di filmetti alla moda può smuovere un attimo la cena appena ingerita,ma "duellanti" è francamente illeggibile!La rivista è permeata da un'aura pseudo-intellettualistica a metà tra il comico e il drammatico.Le recensioni dei film sembrano una gara a chi riesce a inserire più termini complicati nello stesso periodo,mancano completamente di capacità di sintesi,di chiarezza e soprattutto dei basilari principi della comunicazione.La recensione di un film come "rec 2"(solo per citarne una..) non può e non deve essere scritta come se fosse un trattato sul principio di indeterminabilità o sulla filosofia di Kirkegaard,non ha senso utilizzare un registro fuori contesto solo per esibire al lettore una sequela di vocaboli ricercati.L'utente non è interessato all'onanismo mentale del recensore,ma solo a sapere se il film in questione può valere i sette euro del biglietto.

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo pienamente Boxtre, Ciak ha i suoi difetti, perché ne ha, le recensioni dei film del mese spesso sono troppo brevi o con troppa trama (!!!!!!) ma Duellanti è onanismo allo stato puro, pagare sei euro per leggere di gente che gioca a fare l'intellettuale? no grazie, allora aridatece Ciak
RR