venerdì 28 maggio 2010

CIAK, ECLIPSE & SEX AND THE CITY 2


Per il numero di giugno di Ciak abbiamo voluto fare due copertine cercando di analizzare due fenomeni cinematografici molto diversi: la saga di Twilight e il sequel di Sex and the city, due blockbuster che muovono milioni di dollari ma che spesso ricevono molte critiche, così abbiamo provato a capire se sono cult movie, o trash, se sono pellicole che rimarranno oppure no. Ognuno di voi potrà scegliere poi quale delle due copertine comperare, da quale delle due si sente rappresentato. Nel numero troverete poi un ampio speciale su Cannes con Elio Germano e Mathieu Amalric e un lunghissimo articolo per celebrare Clint Eastwood e la sua magnifica carriera, visto che il 31 maggio compirà ottant'anni (qui a fianco potete votare il vostro suo film da regista preferito). Intanto però inizio a girare anche a voi la domanda della nostra copertina: per voi la Saga di Twilight è Cult oppure Trash? Sono curiosa di conoscere la vostra opinione...

47 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella idea..credo trash perchè non mi appassiona...mi sembra una saga di plastica...sicuramente prenderò Ciak per Eastwood...
Katia

Anonimo ha detto...

Cult, qualsiasi saga o film muova così tanta gente è CULTTTTT
KIKI

MrBlonde ha detto...

ma non era meglio scegliere tra uno di quei di filmetti e la nostra vita,o the road? :)

comunque sono pessimi sia twilight che sex and the city

Anonimo ha detto...

The Road già Ciak ci ha fatto 4 pagine sullo scorso numero...le copertine sono belle, trash SATC meno Twilight...troppa gente fa la snob con PAttinson & C..
Katua

Anonimo ha detto...

non credo assolutamente che la saga di Twilight sia trash, il trash è ben altro, semplicemente può piacere o meno, stessa cosa per Sex and the city, non è trash ma a me non piace.

Anonimo ha detto...

Trash e spremere come limoni adolescenti delilippiani con questo tipo di film e donne frustrate con quell'altro...Fortuna la copertina si legge in 2 minuti e si passa oltre...

jacopo ha detto...

Credo che la questione vada vista da un'altra angolazione. La "Twilight saga" è un fenomeno popolare, bisognerebbe quindi chiedersi se è trash la popolazione. Io ritengo di no, almeno in questo frangente. Penso che ci siano tante altre cose trash, volgari o più malsane rispetto alla storia di un amore che supera tutti i confini. Una storia che permette di far sognare in un mondo troppo crudo anche per i più giovani. Io ritengo che "Twilight" rientri in quella netta e ampia linea tra capolavoro e film non riuscito. E' semplicemente un film sentimentale e spettacolare che racconta una storia d'amore cercando di utilizzare il miglior materiale umano e tecnico. Rimarrà sicuramente nella storia, ma questo non vuol dire che sia per forza un cult movie. Oggi è un cult un film che guadagna tanto. Ma è un cult diverso rispetto al film che vedono in pochi intenditori e rimane nella storia per la bellezza del prodotto. Un esempio concreto: Gomorra, non incasserà mai quanto un solo film di Twilight ma questo non incide sulla sua storia, verrà comunque sempre ricordato e apprezzato. Così Twilight che per esposizione mediatica viene visto da milioni di ragazzini, è plausibile che questi diventati adulti, terrano sempre un posticino x vampiri e lupi nei loro ricordi.

Jl

Anonimo ha detto...

Twlight non è un film ben realizzato, con un tema originale e un modo innovativo di trattarlo...è una saga fatta per seguire una moda scatenata dai libri che seguono tutti gli adolescenti... non venitemi a parlare di amori che superano ogni confine, xkè qui si vuole solo spremere le tasche dei fan fino alla fine! e in più farlo pure passare per un cult movie mi sembra eccessivo.
cosa leggermente diversa per Sex and the City.. la serie è un cult, i film invece sono stati realizzati per soldi, e stanno contribuendo a lasciare un ricordo pessimo di questi 4 personaggi passati alla storia nel campo del piccolo schermo.
Sara

Anonimo ha detto...

io a dire la verità, mi sarei aspettata due paroli sulla fine di uno dei telefilm più belli di tutti i tempi, LOST. non sarà cinema, ma c'è la rubrica videogiochi di un'intera pagina, non vedo perchè non due righe su questo.
sempre Sara

Anonimo ha detto...

d'accordissimo con sara, lost due parole le meritava.

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
jacopo ha detto...

Posso urlare con soddisfazione che non ho mai visto una puntata di Lost? ahahahahah ;)

Basta telefilm io non voglio una vita da serie tv...

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
jacopo ha detto...

Allora cosa scrivi se la pensi cm me?
bah.....

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
jacopo ha detto...

La mia era solo una battuta ad effetto. Non sono un grande fan di J.J Abrams. Ma non volevo "tagliar fuori" un intero genere... ;)

Anonimo ha detto...

Altro che lost, guardatevi Soprano e Mad Men
quelle son serie
KK

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Los, vi paiccia o no la trama, la sua fine, i suoi enigmi, i temi trattati ecc, è stato una rivoluzione! girato meravigliosamente, recitato anche benino, con una costruzione dei personaggi magistrale, puntate veramente cult... la mia opinione è che Twlight e New moon non valgono 1 puntata di Lost!
e cmq con una rivista di cinema c'entra di più una rubrica suoi telefilm che non una su i videogiochi, da cui vengono tratti film anche abbastanza imbarazzanti.
Sara

P.S. forse fareste meglio a vedervi lost che andare al cinema per contunuare a dare soldi alla saga di quei 3 finti attori.

Anonimo ha detto...

Dipende, la televisione è pur sempre tv e io prendo Ciak perché parla di cinema, Sara hai ragione, anche se Mad Men e i Soprano sono una spanna sopra Lost..però la questione è inreressante: chi vuole più serie tv su Ciak alzi la mano...
Katua

Anonimo ha detto...

1 pagina come i videogiochi, non chiedo tanto, solo parità!
evviva anche i Soprano e Mad Man, logicamente poi ognuno ha il suo preferito!
Sara

Anonimo ha detto...

Bene brava parte la petizione allora!!!

jacopo ha detto...

E cancellare entrambe le sezioni e dedicare una pagina in più ai set futuri o alle domande dei lettori?

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
jacopo ha detto...

Domenica sera si terrà l'edizione 2010 degli Mtv Movie Awards, chi fareste vincere? assisterete? Avete visto gli spot con Tom Cruise nel ruolo dell'agente interpretato in "Tropic Thunder"?

Anonimo ha detto...

E' UNA VERGOGNA CHE QUESTO POST ABBIA AVUTO 25 COMMENTI CONTRO IL NUMERO ESIGUO DEGLI ALTRI. L'ITALIA STA CANDENDO CULTURALMENTE SEMPRE PIU' VERSO IL BASSO...COMMENTATE IL GRANDE HOPPER CHE CON EASY RIDER FISSAVA SU PELLICOLA LA CONTROCULTURA...CI VORREBBE UN ALTRO FILM RIVOLUZIONARIO COME QUESTO CHE SVEGLIASSE I VENTENNI

Anonimo ha detto...

Non esageriamo, si parlava solo di tv mica di eclipse...Hopper è un grande e rimarrà per sempre nella storia...
KK

jacopo ha detto...

A me questi sedicenti acculturati che sproloquiano di film che forse hanno visto per sbaglio fanno ridere....
Se sapete, parlate e diffondete. Altrimenti il vostro sdegno da 4 soldi portatevolo via cn voi e cn la vostra finta cultura...

2 post 2 tipi diversi di commenti...

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

io personalmente ho commnetato tutti e due i post... a dimostrazione che chi parla di tv può anche vedere e capire qualcosa di più profondo.
farei solo presente che oggi, molte volte, cinema equivale a tv per le tante porcate che ci propinato in un senso o nell'altro...
farei poco l'aggressivo, soprattuto se devi criticare persone che non conosci e non mettere manco una firma.
io ho 22 anni ma non sono una cretina.
Sara

Anonimo ha detto...

VENTENNI ARRABBIATI PER LE CRITICHE CHE PIOVONO DALL'ALTO...OGGI AL CONTRARIO DI 20 30 40 ANNI FA SIETE VOI CHE CON LE VOSTRE SCELTE CONDIZIONATE IL MERCATO (ANCHE QUELLO DISTRIBUTIVO CINEMATOGRAFICO) INIZIATE QUINDI A PORVI NEI CONFRONTI DEL CINEMA IN MANIERA UN PO' PIU' COSCIENTE E CONSAPEVOLE. OK TWILIGHT OK SEX AND THE CITY...MA NON PENSATE DI ESSERE IMPEGNATI SE VEDETE VI FERMATE A EASTWOOD O TARANTINO...IL CINEMA E' MOLTO MOLTO VASTO E SOPRATTUTTO IN ITALIA NE ARRIVA UNA BRICIOLA...SE ANCHE QUELLA NON VIENE RACCOLTA E' LA FINE. cHI DI VOI VENTENNI CHE ANDRANNO A VEDERE TWILIGHT O SEX AND THE CITY ANDRA' A VEDERE PER ESEMPIO LE QUATTRO VOLTE? (FILM CHE E' STATO AMATO A CANNES DALLA STAMPA E DALLA GIURIA IN MANIERA TOTALE CHE QUINDI NON PUO' RICADERE NELLA RETORICA DEL CINEMA ITALIANO)QUANTI DI VOI ANDRANNO A VEDERLO...QUANTI DI VOI AVRANNO LA POSSIBILITA' DI FARLO E QUANTI PUR AVENDONE LA POSSIBILITA' SE LO LASCERANNO SCAPPARE? RISPONDETE ...

jacopo ha detto...

E quanti post tu dovrai scirvere senza neanche firmarti?

Io osservo tutto....da tutti i paesi col mio gusto critico...tu più che osservare mi sà che vedi e basta....
Dire voi ventenni vuol dire tutto e niente...le critiche si fanno in maniera mirata o non si fanno...e se tu sei uno/a di quelli del 68' nn criticare noi perchè mi sà che saresti oltre che demagogo anche incoerente

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

NON MI FIRMO PERCHE' NON SONO IO IL NEMICO...UN BLOG E' FATTO DI PENSIERI E DI CONSIDERAZIONI E LE CRITICHE NON SONO GENERAZIONALI...TWILIGHT LO VEDONO ANCHE I TRENTENNI I QUARANTENNI...I NOVANTENNI...NON E' L'ETA' CHE CONTA POTREI ESSERE DICIANNOVENNE E CRITICARE I VENTENNI...IL '68 CHI L'HA NOMINATO...MI SA CHE BUONAPARTE DEI SESSANTOTTINI SON DIVENTATI FAN DI TWILIGHT...

Anonimo ha detto...

Matteo Nicola Bottino, questo blog da la possibilità di postare anche come anonimo quindi ho tutto il diritto di non firmarmi. Non sei tu con le tue offese che deve decidere chi deve o non deve essere bannato. Spero che il tuo post venga eliminato da uno degli amministratori del blog. L'educazione è inanzitutto la base una qualsiasi forma di preparazione. Non sono richiesti titoli per parlare di cinema (proprio perchè il cinema è un'arte popolare) e chi ne vanta è pseudointellettuale più degli altri. Sono contento che in un cinema verrà proiettato Le quattro volte...Se ti sei offeso perchè rientri nella categoria ventenne non preoccuparti ne arriveranno degl'altri tra altri 10-9-8-7-6-5-4-3-2-1 anni e purtroppo per te non sarai più in questa categoria...eviterai così di scaldarti tanto

Matteo Nicola Bottino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Complimenti vivissimi!

Anonimo ha detto...

...per l'educazione!

Anonimo ha detto...

mi dispiace che si sia caduti così in basso nella conversazione...Personalmente sì, me la prendo per questo voler ribadire "VOI VENTENNI" xkè si vede che è usato in maniera dispregiativa.Soprattutto perchè, ribadisco, si sta parlando con persona che non si guardano in faccia, non si conoscono e non si possono giudicare in maniera così netta. Se poi vogliamo fare un discorso generale sulla perdita di buon gusto, cultura e quant'altro nell'Italia odierna, ci sto... ma questo è attaccarsi gratuitamente, senza uno scopo.
per prima cosa temo che Anonimo generalizzi nel pensare che siamo "noi ventenni" a condizionare la distribuzione e il mercato cinematografico... soprattutto sbagli a venirlo a dire in un blog popolato da ventenni che il cinema lo seguono o lo studiano proprio perchè lo amano a 360 gradi. E credo anche che sia per questo che Matteo Nicola Bottino ha tirato in ballo il suo titolo di studi.
Forse se si vuole parlare di qualcosa, bisognerebbe cominciare a farlo in maniera più civile, non ai livelli dei talk show che si vedono alla tv, o dei dibattiti tra politici, dove si cerca solo di accurarsi a vicenda e mai di discutere seriamente.
Sara

Anonimo ha detto...

Sara apprezzo i toni più civili della conversazione. Quado critico i ventenni, (non ne ho venti ma non ne ho più da poco tempo) non critico certo voi che mi leggete. Evidentemente se uno perde tempo a scrivere su un blog di cinema, naturalmente il cinema lo ama e non ama solo Twilight altrimenti scriverebbe altrove...però sopratutto i ventenni cinefili sanno quali sono i gusti della maggiorparte dei loro coetanei e sanno che certo cinema quei coetani non lo vedranno mai neanche a 30-40-50-60-90 anni. Sopratutto a quest'età bisognerebbe cercare di essere più permeabili alle critiche e utilizzarle costruttivaemnte...

jacopo ha detto...

Ma allora il tuo discorso non ha come oggetto i vent'enni odierni bensì il decadimento socologico-culturale del nostro paese che ovviamente si riflette sulle nuove leve. E su questo sono pienamente daccordo, precisando però che ciò che si vive oggi è frutto di un certo modo di vivere il passato e progettare il futuro.

Detto ciò nè twilight nè sex&city fanno del male a nessuno: est modus in rebus dicevano i latini...e quindi anche per il cinema di tutto un pò. Manca la misura come sempre

Diceva un personaggio celebre:"In ogni film ci sono almeno 3 minuti da salvare", chi sà dirmi chi è il personaggio in questione.

Notte JlC

Anonimo ha detto...

Purtroppo ha ragione Jacopo... i giovani sono frutto di un'educazione che parte dai genitori,continua nelle scuole e a cui contribuiscono televisione, l'educazione all'immagine in generale, i valori in cui si rispecchia la società e tutto il resto.
logico che se si trovano a crescere in un paese in cui la cosa più seguita è il grande fratello, quella più pubblicizzata e vista al cinema è il cinepanettone e in cui si danno sempre meno fondi al reparto istruzione/attività culturali, di certo non si può sperare in nuove generazioni modello...
ci vorrebbe una rivoluzione, su questo hai ragione, ma non solo attraverso il cinema....
Sara

Anonimo ha detto...

Ragazzi qui non si censura nessuno, però cerchiamo di mantenere la discussione su un tono che sia utile a tutti coloro che leggono, d'accordo? Grazie
LA REDAZIONE

Sal ha detto...

Il cinema è fatto dal pubblico. Penso che questo sia chiaro a tutti. Ma è anche vero che il pubblico va a vedere i film che vengono proposti. Non faccio tanto testo io, visto che sono di Roma, ma i cinefili che abitano in centri minori, in cui meraviglie come un prophete o vendicami o the road non arrivano, che cosa possano fare? Il problema sta a monte, nel "un peso e due misure" che si ha in fase di produzione, quando si ha una voragione tra le copie di una pellicola. Tra l'altro io penso che il cinema abbracci tutto: un cinefilo è tale non solo quando si nasconde dietro i film autoriali, metalinguistici e premiati ai festival, ma anche quando paga un biglietto per vedere un blockbuster (che poi magari amerà), un film teen o un cinepanettone. Personalmente io non amo la serie di SATC, ma sono andata a vedere il primo film (che poi non mi è piaciuto). Ho amato i libri della Meyer e sono andata a vedere i film al cinema, pur andando a vedere Resnais, Polanski, Coppola, Yimou, Burton e chi per loro. Possiamo stare ore qui a dire che è girato con effetti speciali risalenti al paleotico, che molte inquadrature sono state fatte solo per far aumentare gli ormoni delle ragazze innamorate di Robert Pattinson o che certo non brilla per originalità. Ma rimane il fatto che è una pellicola capace di chiamare in sala una grande quantità di persone. E per questo è un cult. Senza dimenticare che la maggior parte dei film che oggi chiamiamo cult hanno alte componenti trash.

arwenlynch ha detto...

Assolutamente io la penso così cult del trash, perchè i vampiri non sono eroi di fumetti o quant'altro, non si era mai visto al cinema vampiri romantici che somigliano agli x men ma stiamo scherzando? A Ridatece Dracula o Lestat, quelli si che erano vampiri ^^

Sal ha detto...

XD Ah bè se poi vogliamo parlare di "vampiri" concordo assolutamente che i Cullen non c'entrano un'acca

Anonimo ha detto...

e basta con queste copertine sui film modaioli e con poca sostanza, riuscite a snobbare le poche cose buone prodotte dal cinema odierno....