martedì 10 agosto 2010

I DECENNI DI SCORSESE


Sul numero di Ciak di agosto un lettore, Davide Gatti, indica tra le sue icone il Martin Scorsese di questi ultimi venticinque anni dicendo che, «nonostante non sia sempre stato una garanzia ha comunque sfornato capolavori come Quei Bravi Ragazzi e The Departed con i quali ha reinventato il genere gangster. Secondo me personaggi come il Tommy De Vito di Joe Pesci in Quei Bravi Ragazzi o il Sam Asso Rothstein in Casino sono già entrati nella storia del cinema».
E voi che ne pensate del Martin Scorsese di questi venticinque anni, capace di spaziare da pellicole molto diverse come L'ultima tentazione di Cristo e Kundun? Può essere paragonato allo Scorsese del decennio d'oro dei Settanta, quello capace di sfornare Mean Streets, Taxi Driver e chiudere con Toro Scatenato? Qual è il vostro Scorsese preferito?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Lo Scorsese degli anni Settanta è imbattibile, ma credo che la maestria sua sia sempre stata quella di riuscire a far capolavori dove altri avrebbero fallito: io nelle icone metterei Max Cady ovvero De Niro in Cape Fear, fantastico...con Juliette Lewis e Jessica Lange, sempre sexy come non mai...e poi citerei però tra i suoi più brutti The Aviator..
Enrico

Anonimo ha detto...

Ho odiato DiCaprio in quel film e concordo su Cape Fear... ma Quei bravi ragazzi è il top dei 25 anni di Scorsese...grande...l'ultimo Scorsese mi lascia perplesso..vorrei trovasse un altro attore...magari Depp...
Katua

arwenlynch ha detto...

nonostante abbia conosciuto scorsese con l'età dell'innocenza e ho visto quasi tutta la sua filmografia completa posso dire che come autore non mi ha mai delusa, forse l'unico passo falso è stato The Aviator, ma gli altri film sono al top ^^ Scorsese per me NON SI TOCCA ^_^

Anonimo ha detto...

L'età dell'inncocenza è uno dei suoi grandi capolavori, un film che non smette mai di emozionarmi. Se aggiungiamo anche solo Quei bravi ragazzi, Casinò e The Departed ci troviamo davanti ad uno dei massimi geni del cinema di sempre. Registi talvolta molto osannati da pubblico e critica non hanno girato nemmeno la metà dei capolavori. Scorsese è un mito.

Elena