mercoledì 3 giugno 2009

LA FINE DI HARRY


Su Ciak di giugno anticipiamo l'inizio della fine di una delle saghe più importanti degli ultimi anni: Harry Potter che il prossimo 15 luglio arriva con il penultimo film della serie, Il principe mezzosangue, di cui raccontiamo eventi, maledizioni e polemiche visto che la pellicola doveva uscire lo scorso novembre e poi è stata (misteriosamente? No, ecco i motivi) rimandata. Il maghetto è anche nella top ten dei 25 personaggi letterari che, secondo noi di Ciak, il cinema è maggiormente riuscito a esaltare, tra l'Hannibal Lecter di Thomas Harris e il Philip Marlowe di Chandler, tra il James Bond di Fleming e il dottor Zivago di Pasternak. 
E voi che rapporto avete con il maghetto di Hogwarts? Amore o indifferenza? E qual è il personaggio letterario che amate di più nella sua versione cinematografica? Aspetto risposte...

12 commenti:

yesxjud ha detto...

Harry Potter ormai -volenti o nolenti- è diventato come uno di causa e quale che sia il sentimento provato nel vederlo, siamo comunque abituati ad accettare che compaia ogni due/tre anni. Ma quello che è cambiato -forse- dai primi capitoli è la magia, quella sana, che aleggiava intorno ai primi capitoli. La continua riproposizione della lotta Potter/Voldemort ( tra l'altro molto banale nei film) e i piccoli sviluppi amorosi in chiave dark non bastano più per salvare un maghetto la cui vita filmografica non sembra essere lunga tanto quanto quella letteraria, aspettiamo e vediamo, sperando che la magia torni almeno una volta. Nei primi capitoli non erano gli effetti speciali era la fantasia del pubblico, togliamo questo dark intuile ( molto lontano da quello di Nolan) e torniamo a far splendere Harry Potter

Burde.it ha detto...

harry mi ha sempre emozionato sulla carta ma raramente in film, spero che negli ultimi due capitoli cambi qualcosa.
Altri personaggi letterari sul grande schermo che invece mi hanno colpito e coinvolto sono stati Frodo e Sam nella Triloga di Jackson.
Per aktri motivi anche Jack Torrence di Shining...

Burde.it ha detto...

ah cavolo mi ero dimenticato di Spiderman! anche se forse non si potrebbe proprio parlare di letteratura...

Anonimo ha detto...

Mmmm... Sul momento ripensando ad Harry Potter mi riviene in mente solo la "serata a tema" di Yes Man. Una gag geniale.

Cleaned

yesxjud ha detto...

Ps: direttore sono un giovane -come direbbe Verdone un pischello- però orgogliosamente leggo e conservo ciak dal 2002. Fatta questa piccola premessa e Fatte a Lei i più sentiti ringraziamenti per tanti numeri ricchi e per tante emozioni e immaginazioni che lei e il suo giornale mi avete regalato, volevo informarla che da ieri è disponibile in rete il trailer ufficiale di new Moon -visto che avevate pubblicato delle foto nell'ultimo numero- e su internet sono già presenti delle foto di pattinson nella scena clou di Montepulciano, dovessero onteressarvi.

Con affetto e simpatia

Yesxjud

Lucia_R ha detto...

Quando uscì il primo film di Harry Potter avevo solo 12 anni,
avevo più o meno la sua stessa età,
ma ora Harry Potter è cresciuto e ce lo dimostra ogni volta.
Tranne l'ultimo capitolo della saga, che ho trovato un pò fiacchino,
credo che la magia che circonda questa bellissima saga non sia cambiata,
chi si è affezionato a questo personaggio,
lo trova ogni volta più intrigante e di anno in anno aumennta l'attesa per il seguito al cinema (visto che ormai la saga letteraria è chiusa!).
Credo che spesso chi guarda Harry Potter sia colmo del pregiudizio che sia solo un film per ragazzini,
ma come sono crescviuta io e tutti gli altri fan,
è cresciuto il film.
Spero che questa volta David Yates abbia fatto meglio (ho piena fiducia, visto la lunghissima attesa!).

Credo che il personaggio letterario meglio rappresentato sia il mr Darcy di Laurence Olivier in Orgoglio e pregiudizio;

avrei una domanda per Lei Cara Direttrice,
ha avuto notizia, per caso, di una sceneggiatura basata sul libro "I pilastri della Terra" di Ken Follet??

Grazie mille!

gianfelice ha detto...

ho trovato interessante gli argomenti della sua rubrica di questo numero... interessanti le lettere... però nella sua risposta c'è qualcosa che non va... in quanto si parla tanto del dannato blu-ray e dei prezzi dei dvd scontati da ciak (ottima idea ma comunque 15 euro non ce li ho) ma sottolineerei la questione che si legge tra le righe del pirata non pentito e che lei non ha voluto mettere in evidenza... si può dire di tutto ma uno spettacolo al cinema costa 6,50 euro!!!! E' una cifra immonda... è tantissimo (e sono una persona che odia vedere i film in casa!!!). Ha idea di quanto si paga per scaricarli o vederli in streaming? NIENTE!!!! e in una famiglia in crisi economica con connessione internet stabile, niente è molto meglio di 6,50 euro a film... La prossima volta ricordi che questo è un argomento di cui discutere non il blu-ray... e sono molto indispettito perchè la ritengo la mia giornalista preferita...

Marco Albanese ha detto...

Cara Detassis,
ho acquistato la mia prima copia di ciak a 11 anni nel 1987.
Dal 1990 non ho mai mancato un numero.
Lo scorso gennaio ho detto basta. La mia rivista, quella che ha contribuito a fare di me un cinefilo, che mi ha portato alla Mostra di Venezia a 17 anni e poi al Festival di Cannes, ha perso per me ogni interesse: new moon, harry potter, speed racer, moccia, muccino, star trek...
Il target di riferimento è chiaramente quello adolescenziale ed io ho passato da molto quell'età.
L'unica rubrica che ancora continuavo a leggere è quella di Mereghetti, sempre straordinariamente stimolante.
Ma non si compra un giornale, per leggerne una pagina sola...
Mi spiace, come ogni amante deluso, vi penserò ancora.

Un abbraccio.

Marco Albanese
Como

Charlie Mark ha detto...

A me invece piace ancora tantissimo!! Premetto che ho 21 anni e che la prima volta che ho comprato ciak è stato più o meno 10 anni fa. E premetto anche che sono un'appassionata di film decisamente poco comuni (che non sto ad elencare perchè sono decisamente tanti). Ok: posso essere considerata ancora in "fascia adolescenziale". Quello che voglio dire è che film come Harry Potter ecc non mi dispiacciono, ma preferisco altri generi. E non mi sembra affatto che su ciak ci siano articoli su film solo per adolescenti. Non è colpa di una rivista se in giro ci sono solo film "only teenagers"...
E con questo ho finito.

Grazi direttore per la bellissima rivista: salto dalla gioia ogni volta che me la vedo nella buchetta delle lettere ogni mese ;)
Un saluto
Charlie (cinefila/blogger)

Anonimo ha detto...

anche io ho 21 anni,studio storia e critica del cinema all'università e compro ciak da molto...solo che ultimamente anche io non sono molto soddisfatta; a cominciare dalle copertine(star trek,speed racer,twilight,harry potter,angeli e demoni), rimpiangono quelle vecchie con una grafica che non richiamasse solo pubblico adolescenziale e con foto memorabili, di quelle che rimangono storiche!! ho visto dare molto spazio a quellle commedie natalizie ed estive che tanto fanno fiero il cinema italiano(per me è solo spazzatura,ma questo è il mio parere),fare recensioni sempre più striminsite di film che vedono invece l'approvazione della critica più autorevole e poi, l'ultima cosa scandalosa è stata l'esaltazione del blu-ray: per carità,sarà pure il futuro, ma in una rubrica che tratta la pirateria,con testimonianze di gente che dice di scaricare xkè costretta dalla distribuzione pessima italiana e dal fatto di non potersi permettere il crescente aumento dei biglietti, forse non era il caso...
detto questo ci tengo a dire che sono una ragazza che guarda tutto,non esclude nulla a prescindere, e forse è questo quello che tornerei a fare per CIAK!!!
direttrice ci risponda però!!!!!
Sara

Anonimo ha detto...

vi state dimenticando di watchmen anche se non è proprio letteratura però ci siamo quasi

Daddun ha detto...

Non vedo l'ora di ricevere il numero di giugno. Saluti, Alessandro